Loading...
HOME / ANTITERRORISMO / TUTTE LE DESTRE D’EUROPA INSORGONO: DOBBIAMO DEISLAMIZZARE L’EUROPA E CHIUDERE LE FRONTIERE

TUTTE LE DESTRE D’EUROPA INSORGONO: DOBBIAMO DEISLAMIZZARE L’EUROPA E CHIUDERE LE FRONTIERE

loading...

islam-domi.wro

I leader delle destre europee hanno rivolto una bordata di critiche alle politiche dell’Unione Europea in materia di integrazione, accoglienza e migrazioni, dopo i sanguinosi attentati jihadisti di ieri a Bruxelles. Nel Regno Unito Mike Hookem, portavoce per la difesa del Partito per l’indipendenza del Regno Unito (Ukip), ha chiesto in una conferenza stampa la chiusura dei confini tra gli Stati dell’eurozona.

Geert Wilders, politico anti-islamico e fondatore del Partito per la liberta’ olandese (Pvv) ha chiesto a sua volta la chiusura dei confini: “E’ tempo di agire. Per prima cosa dobbiamo chiudere i nostri confini nazionali e arrestare tutti i jihadisti cui abbiamo stupidamente concesso di tornare dalla Siria. Dobbiamo anche dire alla gente la verita’: la causa di tutti questi spargimenti di sangue e’ l’Islam. Dobbiamo de-islamizzare l’Occidente, e’ l’unico modo per tutelare le nostre vite e proteggere la nostra liberta’”.

La leader de Front national francese, Marine Le Pen, ha dichiarato dal Quebec, dove si trovava in visita, che la responsabilita’ di attentati come quelli di Bruxelles e’ dell’Europa, che non ha preso abbastanza sul serio la minaccia del fondamentalismo di matrice islamica.

 Due leader della Lega nord italiana, Gian Marco Centinaio e Massimiliano Fedriga, hanno a loro volta puntato l’indice contro l’Ue: “Siamo stupefatti e attoniti per le vite spezzate dall’odio islamico. Non stiamo rispondendo, le istituzioni europee sono deboli e fragili  e stanno voltando lo sguardo dall’altra parte, consentendo questi massacri”.

Vlaams Belang, leader della destra belga, ha inviato un appello al premier Charles Michel tramite Twitter: “Per favore, chiudi i confini. Non possiamo fermare il terrorismo se rimangono aperti”.

Come sottolinea il “Wall Street Journal”, proprio l’opportunita’ o meno di rivedere la politica dei confini aperti all’interno dell’area Schengen – un vero e proprio simbolo del progetto unitario europeo – e’ alla base di una frattura sempre piu’ profonda in seno alla politica del Vecchio continente. Alle formazioni di destra ed euroscettiche si contrappone la linea dettata da capi di Stato e di governo come il cancelliere tedesco Angela Merkel, che dopo gli attentati di ieri ha dichiarato: “La nostra forza sta nell’unione. Le nostre societa’ libere dimostreranno di essere piu’ forti del terrorismo”.

Dichiarazioni di questo tenore, scrive pero’ il quotidiano Usa, piu’ che rassicurare riportano alla mente le immagini degli attentati di Parigi dello scorso novembre e quelle degli epocali flussi migratori che per un anno si sono riversati sul Continente. E’ proprio per questa politica di “porte aperte” e di “buonismo a tutti i costi” che il terrorismo islamico riesce a radicarsi in Europa e colpire selvaggiamente con stragi immani.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

Loading...

Altro admin1965

Guarda Anche

Washington, incendia il marito che aveva stuprato la figlia di 7 anni: «Sparargli? Troppo gentile» – video

Washington, incendia il marito che aveva stuprato la figlia di 7 anni: «Sparargli? Troppo gentile» …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *