Loading...
HOME / CRONACA / DISASTRO! “Il piano per far cadere Putin” L’esperto: effetti catastrofici

DISASTRO! “Il piano per far cadere Putin” L’esperto: effetti catastrofici

loading...

 

DISASTRO! “Il piano per far cadere Putin” L’esperto: effetti catastrofici

1483175869590-jpg-l_esperto___cosi_gli_usa_proveranno_a_far_cadere_putin___conseguenze_drammatiche_

L’esperto: “Così gli Usa proveranno a far cadere Putin”. Conseguenze drammatiche

L’allontanamento dagli Stati Uniti di 35 russi “non graditi” (perché sospette spie) è solo la prima mossa della guerra di Barack Obama contro Vladimir Putin. Lo aveva fatto capire il presidente americano uscente, lo conferma entrando nei dettagli anche il filosofo politico Michael Walzer. Secondo lo studioso, illustre docente all’Università di Princeton, gli Usa ricorreranno nei prossimi giorni “a un’azione hacker che esponga la corruzione, gli abusi e le altre illegalità del regime di Putin al popolo russo. Ho sentito l’amministrazione parlare di ritorsioni segrete, di cui in Russia si avvertirà il peso. Penso che alluda a questo ma potrebbe alludere a qualcosa di ancora più serio”.

Un braccio di ferro pericolosissimo, spiega Walzer, perché “la Guerra cibernetica è un pericolo che bisogna affrontare”. Obama, se vuole rispondere davvero alle denunciate ingerenze indebite di Mosca sul voto americano di novembre, non ha scelta: “Più la nostra reazione sarà dura e prima Putin si renderà conto che gli conviene frenare, anche con voi europei. Noi siamo all’avanguardia sia nell’hackeraggio sia nella sua prevenzione”. Per Walzer di fronte all’ipotesi di una guerra tra hacker lo Zar non reagirebbe “perché rischierebbe di perdere”. E lo stesso successore di Obama, Donald Trump, al di là delle sparate potrebbe essere costretto a proseguire su questa linea, su pressing del Congresso.

La vicenda però si inserisce in un quadro internazionale molto preoccupante: “Siamo a una svolta del potenziale cammino verso una seconda Guerra fredda, la quale potrebbe coinvolgere il Golfo Persico e il Medio Oriente, e pertanto ci vuole una stretta consultazione transatlantica prima di negoziare con la Russia”, anche perché il rischio di ritorsioni russe su Ucraina, Siria e altri paesi è alto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

Loading...

Altro admin1965

Guarda Anche

VIDEO. I ladri riescono ad entrare in casa, ma guardate cosa gli succede.

VIDEO. I ladri riescono ad entrare in casa, ma guardate cosa gli succede. La storia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *