Loading...
HOME / CRONACA / BONUS 80 EURO: ECCO CHI DOVRA’ RESTITUIRE I 900 EURO DEL 2016 E COSA FARE PER EVITARLO

BONUS 80 EURO: ECCO CHI DOVRA’ RESTITUIRE I 900 EURO DEL 2016 E COSA FARE PER EVITARLO

loading...

BONUS 80 EURO: ECCO CHI DOVRA’ RESTITUIRE I 900 EURO DEL 2016 E COSA FARE PER EVITARLO

Bonus 80 euro, scattano le restituzioni. Al via l’incentivo per il 2017

Il bonus 80 euro 2017 non sarà per tutti e alcuni contribuenti italiani si troveranno, come già avvenuto in passato, a dover rinunciare al bonus Irpef percepito nel corso dei dodici mesi precedenti. Ciò a causa del superamento dei limiti di reddito percepito, sia minimi che massimi, e di errori nella presentazione del Modello 730. Ma non solo.

A spiegare chi altri dovrà rinunciare alla famosa somma voluta da Renzi è il sito Leggioggi.it che  ricorda come l’incentivo sia riservato ai lavoratori dipendenti e a chi percepisce redditi assimilati da lavoro dipendente. Si tratta, per l’esattezza, di un credito Irpef che viene riconosciuto ogni mese direttamente in busta paga.

 

Complessivamente, chi percepisce il bonus ha diritto a 960 euro in più all’anno (dodici mesi). Tuttavia, l’incentivo viene rapportato ai mesi in cui si è effettivamente lavorato: quindi chi lavora, ad esempio, per sei mesi percepirà solo 480 euro.

Non è comunque sufficiente essere lavoratori dipendenti per beneficiare del bonus.

Devono essere rispettati limiti di soglia annuale: è riservato, infatti, ai contribuenti che hanno un reddito annuo lordo complessivo (e quindi contando anche le altre entrate che esulano dal lavoro dipendente) compreso tra gli 8mila e i 24mila euro.

 

Chi percepisce tra i 24mila e i 26mila euro l’anno – spiega sempre il portale che si occupa di Diritto ed Economia –  riceverà il bonus in maniera proporzionalmente ridotta; i dipendenti con reddito superiore a 26mila euro perdono totalmente il diritto al bonus. D’altra parte, non ne ha diritto anche chi ha un reddito lordo inferiore agli 8mila euro: questo perché in quel caso le detrazioni da lavoro dipendente sono maggiori rispetto all’intero importo Irpef dovuto (incapienza d’imposta).

Non di rado i contribuenti che avrebbero diritto al bonus considerando il solo reddito da lavoro dipendente sono poi costretti a restituire al Fisco le somme erogate perché hanno superato durante l’anno la soglia dei 24mila (o dei 26mila) euro a causa di altri redditi.

Sfortunatamente, la somma percepita durante tutto l’anno andrà restituita non a rate ma in un’unica soluzione.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

Loading...

Altro Marco

Guarda Anche

Washington, incendia il marito che aveva stuprato la figlia di 7 anni: «Sparargli? Troppo gentile» – video

Washington, incendia il marito che aveva stuprato la figlia di 7 anni: «Sparargli? Troppo gentile» …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *