martedì 21 febbraio, 2017
Loading...
HOME / CRONACA / Anche i genitori ridono di lei ma dopo tre anni una ragazzina di 11 anni diventa milionaria

Anche i genitori ridono di lei ma dopo tre anni una ragazzina di 11 anni diventa milionaria

loading...

Anche i genitori ridono di lei ma dopo tre anni una ragazzina di 11 anni diventa milionaria

39cc9ea3b9c7931bb76a6004e23c34fb-5-696x364

Nessuno credeva in lei, anzi sorridevano e qualcuno rideva proprio della sua idea e invece dopo tre anni la piccola Candela di appena otto anni all’epoca dell’idea si è ritrovata  milionaria.

Tutto iniziò nel 2013 quando la piccola Candela si recò ancora una volta in ospedale, perchè affetta da leucemia.

Quando passò una assistente volontaria che  vide la piccola triste e annoiata, decise di insegnarle come fare braccialetti colorati per farle passare il tempo.

 A quel tempo, né i volontari né Candela non avrebbero mai immaginato che quel semplice piccolo gesto avrebbe  segnato il punto di partenza di un’esperienza straordinaria.

Una volta a casa, Candela chiese alle sue due amiche del cuore Daniela e Mariona di aiutarla a fare i braccialetti, per poi rivenderli ai loro parenti.

Les ‘Candela’ són unes polseres de colors que elaboren els infants ingressats a la planta d’oncohematologia de l’Hospital Sant Joan de Déu / Pulseras Candela

Quando Candela dovette ritornare in ospedale, le sue amiche continuarono a fare braccialetti ed ebbero una idea geniale, quella di venderli e con il ricavato pagare le spese mediche per la loro amica.

Quando Candela e le sue amiche  condivisero  la loro idea con i genitori, loro iniziarono a sorridere  non dando peso a quella idea, credendo che si trattasse di un progetto  da bambine.

 Lungi dall’essere scoraggiate però, le ragazze continuano il loro slancio e cominciano a creare bracciali in massa. Iniziarono anche a vendere i bracciali in strada.

 Quando le  persone vennero a sapere dello scopo per cui le bimbe creavano e vendevano i bracciali ormai chiamati Candela in onore della piccola, iniziarono a fare la fila per acquistarli.
A Candela e alle sue amiche si unirono piano piano anche  altri bambini, per lo più quelli  ricoverati in ospedale e tutti iniziarono a lavorare instancabilmente e a vendere più braccialetti possibili.
Il prezzo di ogni braccialetto variava dai  2 ai 4 euro.
Incredibile a credersi, ma ad un certo punto i bambini non riuscivano a far fronte alle richieste.

Nel frattempo Candela ha ricevuto un trapianto di midollo osseo ed è  tornata  a casa ed ora gode di ottima salute.

In totale, con questa idea Candela e i suoi amici  hanno  raccolto quasi  1 milione di euro! Invece di tenere il denaro per loro, hanno  deciso di donare l’intero importo all’Ospedale Sant Joan de Deu di Barcellona.

Il denaro viene utilizzato per sostenere la ricerca contro il cancro e con quella cifra, il nosocomio è riuscito ad ampliare lo staff dei ricercatori.

Si è calcolato che per realizzare i 274.000 bracciali ci sono voluti 600 km di filo.

 “Sono contenta che abbiamo racimolato  così tanto denaro che servirà ad aiutare molte persone”, ha detto Candela.

I Soldi donati all’ospedale rappresentano  circa  1/3 del bilancio per la ricerca dell’istituto.

Solo in Spagna, ogni anno vengono diagnosticati 1.400 nuovi casi di tumori maligni nei bambini . Il cancro infantile più comune è la leucemia, seguita dal linfoma non-Hodgkin ‘s, dalla malattia di Hodgkin e Wilms dal   tumore al rene , dal  sarcoma di Ewing e del sistema nervoso e dal  cancro alla tiroide.

Circondata dai suoi amici, Candela ha deciso di realizzare anche questo  video:

Una bella iniziativa che ha dato i suoi frutti! E dire che questa idea nasce da un gruppo di bambini … Questo dimostra che dobbiamo ascoltare le giovani generazioni e credere nelle loro idee!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

Loading...

Altro admin1965

Guarda Anche

Rigopiano, Francesca rompe il silenzio e parla del suo Stefano

Rigopiano, Francesca rompe il silenzio e parla del suo Stefano A un mese dalla tragedia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *